EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Endometriosi: come diagnosticarla, come curarla in modo semplice ed efficace

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin

Endometriosi: come diagnosticarla, come curarla in modo semplice ed efficace

20/10/2020

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi del video e punti chiave

Un dolore mestruale invalidante può segnalare la presenza di un’endometriosi, malattia insidiosa caratterizzata da una fisiopatologia ancora incerta e da un forte ritardo diagnostico. In questi casi è fondamentale prestare ascolto alla sofferenza della donna e dare la precedenza alle terapie farmacologiche, efficaci e sicure. Solo così si può evitare, nel lungo termine, un altissimo prezzo in salute e qualità di vita, con forti ripercussioni sulla funzione sessuale e la fertilità.
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- che cos’è l’endometriosi e in quali distretti del corpo si può manifestare;
- in quale caso si parla di “adenomiosi”;
- come i tanti piccoli incendi biochimici locali, che si riattivano a ogni mestruazione, si traducano prima in una dismenorrea sempre più marcata e poi in un dolore pelvico che tende a cronicizzarsi;
- perché, a volte, gli esami strumentali non sono decisivi;
- come le linee guida internazionali raccomandino di dare la precedenza alla terapia farmacologica, riservando la chirurgia ai casi che non rispondono al trattamento di prima scelta;
- le due opzioni di cura più efficaci: progestinici (dienogest o noretisterone acetato); pillola all’estradiolo e dienogest in continua;
- perché non è vero che la mestruazione è “necessaria” alla salute della donna;
- che cos’è il “carry over effect” che contraddistingue il regimo contraccettivo esteso;
- come la riduzione del numero di cicli attenui i picchi infiammatori che alimentano la progressione dell’endometriosi e, di conseguenza, le crescenti ondate di dolore che colpiscono la donna.

Realizzazione tecnica di Monica Sansone
Sullo stesso argomento per professionisti

Flash dalla ricerca medica internazionale

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter