EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Cistite: fattori predisponenti e precipitanti

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin

Cistite: fattori predisponenti e precipitanti

09/06/2020

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Sintesi del video e punti chiave

La cistite è un’infiammazione della vescica che, in gran parte dei casi, ha un’origine infettiva di natura batterica. Essa può però essere causata anche da virus e altri fattori precipitanti non infettivi, ed essere favorita, in generale, dalla cattiva alimentazione. E’ quindi fondamentale identificare di volta in volta le cause corrette, in modo da attuare efficaci strategia di cura e di prevenzione delle recidive.
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- come l’Escherichia coli uropatogeno (UPEC), un batterio di origine intestinale, sia l’agente infettivo più frequentemente coinvolto nella patogenesi della cistite;
- che cosa accade quando questo germe migra dall’intestino verso l’apparato urinario e genitale della donna;
- gli altri batteri intestinali che possono dare origine alla cistite;
- le cause non infettive: colpi di freddo, rapporti sessuali, stipsi, radioterapia pelvica, chemioterapia;
- perché, a livello alimentare, è bene limitare l’assunzione di glucosio e saccarosio;
- l’importanza di conoscere bene tutti i fattori predisponenti, precipitanti e di mantenimento della patologia, per una corretta diagnosi differenziale.

Realizzazione tecnica di Monica Sansone

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter