EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Dolore vulvare: le possibili cause – Parte 1

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin

Dolore vulvare: le possibili cause – Parte 1

03/05/2016

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

Intervista rilasciata in occasione del primo expert meeting scientifico-organizzativo del Progetto Vu_NET sul Dolore Vulvare, organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 1° aprile 2016

Sintesi del video e punti chiave

Il dolore vulvare è lamentato dal 12-15 per cento delle donne che si sottopongono alla visita ginecologica: questo significa che ogni ginecologo vede almeno uno o due casi al giorno. Si tratta quindi di un disturbo frequente. Per studiarlo, conoscerlo e curarlo meglio, la Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus ha promosso il progetto Vu_NET, lanciato il 1° aprile scorso con un expert meeting a livello nazionale.
Da quali fattori può essere scatenato il dolore vulvare nelle diverse età della vita?
Nella prima parte di questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- come durante l’infanzia il dolore vulvare possa essere provocato da traumi involontari (incidenti durante il gioco o lo sport) o intenzionali (abuso sessuale, mutilazioni genitali);
- che cos’è la vestibolodinia provocata e quali sono i suoi principali fattori predittivi: dispareunia introitale, bruciore dopo i rapporti, cistite post coitale;
- la correlazione infiammatoria che sussiste fra candida recidivante e dolore vulvare.

Realizzazione tecnica di PharmaStar TV
Sullo stesso argomento per professionisti

Aggiornamenti scientifici

Aggiornamenti scientifici

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter