EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Dolore vulvare: le possibili cause – Parte 2

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin

Dolore vulvare: le possibili cause – Parte 2

10/05/2016

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

Intervista rilasciata in occasione del primo expert meeting scientifico-organizzativo del Progetto Vu_NET sul Dolore Vulvare, organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 1° aprile 2016

Sintesi del video e punti chiave

Il dolore vulvare, da periferico, può divenire fattore centrale di dolore cronico, neuroinfiammazione e depressione, devastando la vita della donna, della coppia e della famiglia. Per curarlo efficacemente è indispensabile riconoscerne la verità oggettiva e le cause biologiche: proprio per questo la Fondazione Alessandra Graziottin ha promosso il progetto Vu_NET, lanciato il 1° aprile scorso con un expert meeting a livello nazionale.
Nella seconda parte di questo video, la professoressa Graziottin prosegue l’analisi delle cause del dolore vulvare e illustra:
- l’incidenza del dolore vulvare da parto, secondo recenti ricerche condotte in Australia;
- le principali cause del dolore vulvare dopo la menopausa: secchezza, distrofia, lichen sclerosus;
- come il dolore vulvare possa essere originato anche dalla chemioterapia, dalla radioterapia e dalla chirurgia;
- come affrontare la contrazione muscolare che spesso si associa al dolore;
- perché è importante evitare che il dolore, e l’infiammazione che lo sottende, divengano cronici e possano innescare, a livello cerebrale, una grave neuroinfiammazione.

Realizzazione tecnica di PharmaStar TV
Sullo stesso argomento per professionisti

Aggiornamenti scientifici

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter