EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Miomectomia isteroscopica: quando, a chi, perché

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
24/04/2017
Crescini C.
Miomectomia isteroscopica: quando, a chi, perché
Graziottin A. (a cura di), Atti e approfondimenti di farmacologia del corso ECM su "Fibromatosi uterina, dall'A alla Z", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 21 ottobre 2016, p. 92-97
La miomectomia isteroscopica transvaginale è finalizzata esclusivamente alla rimozione dei miomi sottomucosi che si sviluppano all’interno della cavità uterina e che possono causare metrorragie con anemia secondaria, dismenorrea e compromissione della fertilità.
E’ indicata per le donne in età fertile che desiderino conservare l’utero e, se possibile, la fertilità, e per le donne in postmenopausa che intendano comunque preservarlo anche dopo la fine della stagione riproduttiva.
Parole chiave di questo articolo
Sullo stesso argomento per pazienti
Potrebbero interessarti anche

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter