Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Medical Channel

Condividi su
Stampa

11/01/2011

Implicazioni ostetriche del dolore sessuale femminile: il punto di vista del fisioterapista


A. Bortolami
Implicazioni ostetriche del dolore sessuale femminile: il punto di vista del fisioterapista
Video stream della relazione tenuta al corso ECM su "Il dolore sessuale femminile: dai sintomi alla diagnosi e alla terapia" - Condirettori: Prof.ssa Alessandra Graziottin e Dr. Filippo Murina - Organizzato dalla "Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna" e dalla Associazione Italiana Vulvodinia (AIV), Milano, 12 marzo 2010


Implicazioni ostetriche del dolore sessuale femminile: il punto di vista del fisioterapista

Sintesi della relazione e punti chiave

Il dolore sessuale in relazione ad implicazioni ostetriche coinvolge il fisioterapista perché può essere correlato a una disfunzione muscolare del pavimento pelvico e alle disabilità conseguenti. La fisioterapia rappresenta quindi una possibile opzione terapeutica, da coordinare con l’intervento di altri professionisti della salute. Essa si articola in cinque step: diagnosi, valutazione funzionale, pianificazione del trattamento, erogazione del trattamento, valutazione dei risultati. Si avvale di tecniche e strumenti che si differenziano per modalità di utilizzo, indicazioni e controindicazioni, evidenza scientifica, e il cui utilizzo dipende dal momento terapeutico e dalle condizioni della paziente.
Quali sono le situazioni di maggior interesse per il fisioterapista? Come si svolge la valutazione funzionale della paziente? Quali sono le tecniche e gli strumenti del trattamento terapeutico?
In questa relazione, la dottoressa Bortolami illustra:
- la definizione di pavimento pelvico iperattivo secondo l’International Continence Society;
- i fattori più frequenti che possono determinare un’iperattività del pavimento pelvico dopo il parto;
- come il quadro clinico possa essere aggravato da disfunzioni muscolo-scheletriche del cingolo pelvico;
- le comorbilità urologiche e colon-proctologiche più frequentemente associate all’iperattività del pavimento pelvico;
- i due obiettivi generali dell’intervento fisioterapico: eliminazione del dolore, attraverso il riapprendimento di una corretta attività motoria a livello muscolare; prevenzione del viraggio del dolore stesso da nocicettivo a neuropatico;
- i tre momenti della valutazione funzionale: anamnesi e colloquio verbale; esame obiettivo, visivo e manuale; valutazione strumentale;
- che cosa si verifica, in particolare, con l’esame obiettivo manuale del muscolo elevatore dell’ano: tono, trofismo, trigger point, attività volontaria e involontaria;
- le tecniche e gli strumenti della fisioterapia: esercizio terapeutico, terapia manuale, biofeedback elettromiografico, elettroterapia antalgica (Tens), dilatatori vaginali, autotrattamento e trattamento domiciliare, prodotti topici non farmacologici, trattamento comportamentale e modificazioni dello stile di vita;
- perché il biofeedback elettromiografico e l’elettroterapia antalgica non vanno utilizzate durante la gravidanza.

top

Articoli correlati:

Aggiornamenti scientifici

12/12/2011 - Sessualità in puerperio e igiene intima: il ruolo del ginecologo

29/11/2010 - Implicazioni ostetriche del dolore sessuale femminile: il punto di vista dell'ostetrica

15/11/2010 - Implicazioni ostetriche del dolore sessuale femminile: il punto di vista del fisioterapista

01/11/2010 - Implicazioni ostetriche del dolore sessuale femminile: il punto di vista del ginecologo

19/04/2010 - Implicazioni ostetriche del dolore sessuale femminile: il punto di vista del sessuologo

11/01/2010 - Disfunzioni sessuali femminili: ruolo della riabilitazione

Schede mediche

28/10/2015 - La fisioterapia nel dolore sessuale femminile a implicazione ostetrica

03/09/2010 - La fisioterapia nelle disfunzioni sessuali femminili - Seconda parte

05/06/2010 - La fisioterapia nelle disfunzioni sessuali femminili - Prima parte

16/03/2010 - Il ruolo della fisioterapia nella cura del vaginismo – Seconda parte

02/03/2010 - Il ruolo della fisioterapia nella cura del vaginismo – Prima parte

Medical Channel

07/07/2011 - Vulvodinia: il ruolo terapeutico della fisioterapista

23/06/2011 - Vulvodinia e dispareunia in ostetricia: diagnosi e cura

04/01/2011 - Implicazioni ostetriche del dolore sessuale femminile: il punto di vista del sessuologo

21/12/2010 - Implicazioni ostetriche del dolore sessuale femminile: il punto di vista del ginecologo

Video Stream

23/12/2014 - Pavimento pelvico iperattivo e ipoattivo: come guarire con la fisioterapia

15/07/2014 - Disfunzioni del pavimento pelvico: il ruolo della fisioterapia

Parole chiave:
Comorbilità - Dispareunia post parto - Fisioterapia - Ostetricia - Pavimento pelvico iperattivo

Stampa

© 2011 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Medical Channel