EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Dolore ai rapporti dopo il parto: come prevenirlo

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin

Dolore ai rapporti dopo il parto: come prevenirlo

20/12/2022

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Video registrato in occasione del corso ECM su “Dolore, infiammazione e comorbilità in ginecologia e ostetricia”, organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 23 novembre 2022

Sintesi del video e punti chiave

Il dolore intimo post parto è molto diffuso: secondo uno studio australiano del 2015, il 23% delle donne non riesce ad avere rapporti dopo un anno e mezzo. Eppure si tratta di un quadro clinico ancora trascurato: lo affermava un articolo di Patricia Glazener nel 1997 e oggi, venticinque anni dopo, la situazione non sembra essere cambiata in modo sostanziale. La strategia di cura deve porsi due obiettivi fondamentali: prevenire le lacerazioni durante il parto e offrire un’adeguata riabilitazione del pavimento pelvico dopo il parto.
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- il ruolo dell’ostetrica nell’educare la donna, sin dai primi mesi della gravidanza, a distendere correttamente il pavimento pelvico, in modo da ridurre il rischio di lacerazioni e garantire al piccolo una nascita non traumatica;
- come debba essere prestata una particolare attenzione alle donne con vulvodinia, candida recidivante e cistiti post-coitali, tutte condizioni che favoriscono l’ipertono dei muscoli pelvici;
- l’importanza dell’assistenza ostetrica nel momento del travaglio e del parto;
- come la riabilitazione muscolare in puerperio consenta di evitare l’incontinenza urinaria e fecale, e il dolore alla penetrazione, consentendo alla donna di avere una soddisfacente vita intima anche durante l’allattamento;
- gli ulteriori benefici dell’acido ialuronico, della vitamina E e dell’estriolo.

Realizzazione tecnica di Monica Sansone
Sullo stesso argomento per professionisti

Flash dalla ricerca medica internazionale

Flash dalla ricerca medica internazionale

Aggiornamenti scientifici

Aggiornamenti scientifici

Flash dalla ricerca medica internazionale

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter