EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Terapia della vulvodinia post partum

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
02/03/2015
Filippo Murina
Terapia della vulvodinia post partum
Atti del corso ECM su "Dolore in ostetricia, sessualità e disfunzioni del pavimento pelvico. Il ruolo del ginecologo nella prevenzione e nella cura", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 6 giugno 2014, p. 115-117
La vulvodinia è un disturbo vulvare spesso descritto come bruciore, dolore o dispareunia, in assenza di alterazioni obiettive visibili di un qualche rilievo o di specifici disturbi neurologici clinicamente identificabili, della durata di almeno 3 mesi.
Nella maggior parte delle pazienti (80% circa) il vestibolo vaginale è la sede dove è concentrato il bruciore: in questi casi si parla di vestibolodinia provocata (VP), o vestibolite vulvare.
La presentazione si propone di:
- illustrare i meccanismi fisiopatologici responsabili del dolore e della dispareunia presenti nella VP post-parto;
- fornire le linee guida per un approccio terapeutico della VP post-parto.

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter