Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

04/01/2018

Candida recidivante, la terapia consigliata



Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, H. San Raffaele Resnati, Milano
Dott.ssa Dania Gambini
Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia, H. San Raffaele, Milano


“Ho 32 anni. Da un anno soffro di candida glabrata e anche l’ultimo tampone ha riscontrato solo questo tipo di infezione. La flora lattobacillare è inesistente. Ho già cambiato tre ginecologi che mi hanno dato cure sbagliate. Non ho infiammazione, almeno per il momento, ma dopo le mestruazioni ho i fastidi tipici della patologia. Che cosa devo fare? Vi ringrazio moltissimo”.
Sara

top

Gentile Sara, oltre al tampone vaginale colturale è bene eseguire anche l’antimicogramma per valutare a quale antimicotico il ceppo di candida che l’ha colpita sia sensibile. Nel caso di ripetute infezioni risulta più efficace instaurare una terapia sistemica per via orale, con protocollo di cura a scalare per alcuni mesi. Parallelamente è necessario trattare anche il partner e ristabilire la flora lattobacillare mediante l’utilizzo a lungo termine di fermenti lattici vaginali, così da contrastare l’eventuale insorgenza di reinfezioni e ristabilire l’ecosistema vaginale ideale, caratterizzato da un pH acido compreso fra 4 e 4.5. Le consigliamo inoltre di seguire alcune norme dietetico-comportamentali, come evitare prodotti lievitati e zuccheri semplici, e prediligere biancheria intima di cotone bianco ed indumenti comodi, non attillati. Per maggiori informazioni veda i link sotto riportati. Un cordiale saluto.

top

Parole chiave:
Candida / Candida recidivante - Infezioni

Stampa

© 2018 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico