EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Candida recidivante, comorbilità e dolore

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
04/07/2016
A. Graziottin F. Murina
Candida recidivante, comorbilità e dolore
Atti del corso ECM su "La donna e il dolore pelvico: da sintomo a malattia, dalla diagnosi alla terapia", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 16 novembre 2012, p. 69-72
L’infezione vulvovaginale da Candida è crescente; tende a recidivare in circa il 40-50% dei casi. La vulvo-vaginite da Candida ricorrente (Recurrent Vulvo Vaginal Candidiasis, RVVC) è fattore predisponente alla cascata di eventi che possono condurre alla vestibolite vulvare e alla vulvodinia.
La prevenzione e la cura della RVVC deve prevedere una strategia multimodale finalizzata correggere i fattori predisponenti, precipitanti e di mantenimento, tra cui gli stili di vita.
L’ipotesi più stimolante considera la RVVC non solo come infezione vulvovaginale, ma anche come patologia immunoallergica causata dalla Candida in soggetti predisposti.
Sullo stesso argomento per pazienti

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter