EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Terapia ormonale sostitutiva e rischio tromboembolico: come valutare, come scegliere

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
Terapia ormonale sostitutiva e rischio tromboembolico: come valutare, come scegliere
18/04/2022

Lidia L. Rota
Terapia ormonale sostitutiva e rischio tromboembolico: come valutare, come scegliere
Graziottin A. (a cura di), Atti e approfondimenti di farmacologia del corso ECM su "Menopausa e oltre, in salute: sfide e opportunità", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 16 settembre 2021, p. 68-72

Obiettivo del lavoro è descrivere la metodologia clinica più accurata per un’appropriata valutazione del rischio tromboembolico nella singola donna, prima dell’eventuale prescrizione della terapia ormonale sostitutiva, qualora la donna la desideri.
È appropriato rivalutare la necessità di una medicina personalizzata confezionando un “vestito” che, pur partendo da una taglia standard, deve essere adattato a ogni singola donna.
Sullo stesso argomento per professionisti

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter