Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Video Stream

Condividi su
Stampa

28/06/2011

Disturbi del comportamento alimentare: qual è la forma di contraccezione più sicura?



Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano


Disturbi del comportamento alimentare: qual è la forma di contraccezione più sicura?

Sintesi del video e punti chiave

Nelle donne affette da anoressia o bulimia, la contraccezione orale non è consigliata: meglio orientarsi su altre vie di somministrazione, come il cerotto transdermico. Solo così si ha la certezza di assorbire in quantità adeguata i principi attivi del contraccettivo, massimizzandone l’efficacia.
Perché i disturbi del comportamento alimentare sono nemici dei farmaci orali? Perché il cerotto, in molti casi, è preferibile all’anello vaginale, alla spirale e al nuovissimo “impianto” ormonale sottocutaneo?
In questo video la professoressa Graziottin illustra:
- quali sono i principi contraccettivi il cui assorbimento rischia di essere compromesso se la donna anoressica o bulimica assume la classica pillola;
- come il cerotto, invece, sia in assoluto la scelta migliore;
- perché l’anello, pur utilizzando una modalità di somministrazione analoga al cerotto, non è indicato per le donne con questi problemi;
- a quali condizioni può essere utilizzata la spirale;
- quali fattori limitano per ora, nel nostro Paese, il ricorso all’impianto sottocutaneo.

top

top

Parole chiave:
Anello vaginale contraccettivo - Anoressia - Bulimia nervosa - Candida / Candida recidivante - Cerotto contraccettivo - Contraccezione / Contraccezione ormonale - Dispositivo intrauterino (spirale) - Disturbi del comportamento alimentare - Efficacia contraccettiva - Malassorbimento - Vaginite / Vaginite atrofica

Stampa

© 2011 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Video Stream