Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Video Stream

Condividi su
Stampa

14/01/2014

La contraccezione ormonale può regolarizzare il ciclo?



Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano


La contraccezione ormonale può regolarizzare il ciclo?

Sintesi del video e punti chiave

Le relazioni fra contraccezione ormonale e regolarità del ciclo possono suscitare qualche malinteso, come emerge dei brevi contributi che aprono questo video: in realtà, se da un lato la pillola, il cerotto e l’anello vaginale inducono una periodicità mestruale molto precisa, calcolabile mensilmente a partire dal momento in cui l’assunzione viene interrotta, dall’altro non aiutano a normalizzare un ciclo marcatamente irregolare, ad esempio quando inizia ad accorciarsi o tende a saltare.
Che cosa bisogna fare in questi casi?
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- che cosa si intende per prevedibilità del ciclo in funzione dell’assunzione del contraccettivo;
- da quali disturbi può essere provocata una marcata irregolarità mestruale;
- perché in questi casi è indispensabile non “coprire” l’irregolarità con il contraccettivo, ma comprenderne prima le cause con una diagnosi precisa;
- perché questo approccio è particolarmente importante nel caso in cui l’irregolarità sia determinata da un esaurimento ovarico precoce;
- in quali casi, sempre dopo la diagnosi, si può somministrare un contraccettivo su misura per normalizzare i livelli ormonali.

Per gentile concessione di Gynevra.it

top

Parole chiave:
Amenorrea primaria e secondaria - Contraccezione / Contraccezione ormonale - Disturbi mestruali e catameniali - Menopausa precoce/anticipata spontanea

Stampa

© 2014 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Video Stream