Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Aggiornamenti scientifici

Condividi su
Segnala Stampa

30/01/2017

Ruolo dei progestinici nella fibromatosi


Paoletti AM, Pilloni M, Neri M, Corda V, Vallerino V, Dotta E, Orrù M, Zedda P, Piras B, Melis GB.
Ruolo dei progestinici nella fibromatosi
Graziottin A. (a cura di), Atti e approfondimenti di farmacologia del corso ECM su "Fibromatosi uterina, dall'A alla Z", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 21 ottobre 2016, p. 51-56


I fibromi uterini, denominati anche miomi o leiomiomi, sono stati descritti per la prima volta nel 1793 da Baillie M. a Londra, presso il St. George’s Hospital.
Sulla base di quanto presente in letteratura, l’azione dei progestinici sui fibromi si esplica per via sistemica con azione antigonadotropa e di inibizione della steroidogenesi ovarica, ma anche con un meccanismo diretto per cui l’uso di alcuni progestinici, quali il levonorgestrel, è stato studiato e utilizzato con successo per via intrauterina in modo da esplicare direttamente sul mioma un’azione antiproliferativa e apoptotica.

top

Parole chiave:
Anemia sideropenica - Fibromatosi uterina - Ginecologia - Progesterone/Progestinici - Terapia farmacologica

Segnala Stampa

© 2017 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Aggiornamenti scientifici