Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Video Stream

Condividi su
Stampa

08/10/2013

Disturbi intestinali e uroginecologici: perché sono spesso associati



Università degli Studi di Bologna, Policlinico S. Orsola-Malpighi


Disturbi intestinali e uroginecologici: perché sono spesso associati

Sintesi del video e punti chiave

Molte patologie gastroenterologiche, urologiche e ginecologiche spesso si manifestano contemporaneamente. Questo fenomeno si definisce “comorbilità”, termine che indica la concorrenza di disturbi di natura differente, accomunati da una medesima matrice fisiopatologica. Tutto ciò ha suscitato l’interesse dei ricercatori, che hanno scoperto come questa associazione possa avvenire a tre diversi livelli: anatomico, iatrogeno, biologico.
Che cosa avviene a questi livelli? Che cosa dovrebbe verificare il ginecologo quando la donna presenti un’infiammazione dell’apparato genitale? La diarrea, in particolare, può interferire con le scelte contraccettive?
In questo video, il professor Vincenzo Stanghellini illustra:
- come l’intestino occupi tutto l’addome e quindi, in condizione patologiche, possa influenzare la salute degli apparati urologico e riproduttivo;
- come la massa batterica intestinale, non perfettamente isolata dagli ambienti circostanti a causa dell’infiammazione della parete dell’alvo, possa aggredire la vescica e la vagina;
- un tipico esempio di comorbilità iatrogena, ossia determinata da un intervento medico non corretto;
- il ruolo dei mastociti nella genesi biologica dell’infiammazione locale e sistemica;
- tre semplici domande che possono suscitare nel ginecologo il sospetto diagnostico di un disturbo intestinale concomitante all’infiammazione genitale;
- perché la diarrea può ridurre l’efficacia dei contraccettivi orali.

Per gentile concessione di Gynevra.it

top

Parole chiave:
Comorbilità - Disturbi gastrointestinali - Mastocita - Uroginecologia / Disturbi urinari

Stampa

© 2013 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Video Stream