Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Aggiornamenti scientifici

Condividi su
Stampa

11/07/2011

Botulinum toxin treatment of pelvic floor disorders and genital pain in women


Bertolasi L. Frasson E. Graziottin A.
Botulinum toxin treatment of pelvic floor disorders and genital pain in women
Current Women’s Health Reviews, 2008, 4, 185-192


Botulinum neurotoxin (BoNT) - already used since the 1980s for strabismus, dystonia and spasticity - has over the past 10 years enjoyed increasing use also for pelvic floor disorders and genital pain. Notwithstanding the relatively few publications available to date the current medical literature suggests that BoNT-A effectively improves chronic pain syndromes, vaginismus, and vulvodynia/VVS.
The encouraging preliminary results suggest that BoNT-A is an efficient tool for treating pelvic floor disorders as the only therapy or in a multidisciplinary treatment approach. BoNT-A therapy merits more widespread use in women with pelvic floor disorders and genital pain because it improves symptoms, enhances quality of life and probably reduces social costs BoNT-A.

Per gentile concessione di Bentham Science Publishers

top

Parole chiave:
Cistite / Cistite recidivante - Cistite interstiziale - Dispareunia femminile - Disturbi sessuali con dolore - Dolore cronico - Dolore pelvico cronico - Pavimento pelvico iperattivo - Terapia antalgica - Tossina botulinica - Vaginismo - Vestibolite vulvare / Vestibolodinia provocata

Stampa

© 2011 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Aggiornamenti scientifici