Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Aggiornamenti scientifici

Condividi su
Stampa

23/06/2008

Vaginismus: A clinical and neurophysiological study


Graziottin A. Bottanelli M. Bertolasi L.
Vaginismus: A clinical and neurophysiological study
Graziottin A. (Guest Ed.), Female Sexual Dysfunction: Clinical Approach
Urodinamica, 14 (2): 117-121, 2004


Eighteen women, suffering from lifelong, generalized vaginismus of severe degree, were examined with concentric needle electromyographic (EMG) recordings from the levator ani muscle (LA) at rest, during voluntary activation and straining. Fourteen out of 18 (77.7%) examined patients showed an increase in tonic basal activity. In 13 out of 18 patients a correct attempt of straining did not inhibit this basal activity showing, conversely, a paradoxical activation with an increased motor unit potentials firing. This is the first study documenting an abnormally increased basal tonic activity of the LA muscle associated with a lack or reduced ability to inhibit it with straining in vaginismic women.

Per gentile concessione di Editrice Kurtis

top

Parole chiave:
Comorbilità - Dispareunia femminile - Disturbi sessuali con dolore - Disturbi sessuali femminili - Ginecologia - Pavimento pelvico iperattivo - Sessuologia medica - Vaginismo

Stampa

© 2008 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Aggiornamenti scientifici