Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Aggiornamenti scientifici

Condividi su
Stampa

25/05/2015

Menopausa precoce iatrogena e comorbilità, sessuali e non


Alessandra Graziottin
Menopausa precoce iatrogena e comorbilità, sessuali e non
Graziottin A. (a cura di), Atti e approfondimenti di farmacologia del corso ECM su "Menopausa precoce: dal dolore alla salute", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 27 marzo 2015, p. 9-16


Non si è mai abbastanza giovani per non andare in menopausa. Nella donna la cessazione ciclica dell’attività ovarica e della stagione fertile è fisiologica se compare all’età media di 50 anni (più o meno 5 anni). Per definizione, invece, la menopausa è precoce quando si verifica prima dei quarant’anni. E’ anticipata, quando compaia tra i 40 e i 45 anni.
Obiettivo dell'abstract è quello di descrivere concisamente le caratteristiche principali della menopausa precoce iatrogena e le comorbilità associate. Attenzione specifica viene dedicata alle disfunzioni sessuali.

top

Parole chiave:
Cervello / Sistema nervoso centrale - Disturbi del desiderio - Disturbi dell'eccitazione - Disturbi sessuali femminili - Fertilità / Infertilità - Menopausa precoce iatrogena - Menopausa precoce spontanea - Relazione sessuale - Terapia ormonale sostitutiva

Stampa

© 2015 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Aggiornamenti scientifici