EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Menopausa precoce iatrogena e comorbilità, sessuali e non

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin

Menopausa precoce iatrogena e comorbilità, sessuali e non

13/07/2015
Graziottin A.
Menopausa precoce iatrogena e comorbilità, sessuali e non
Corso ECM su "Menopausa precoce: dal dolore alla salute", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 27 marzo 2015

Sintesi del video e punti chiave

La menopausa precoce iatrogena comporta una serie di comorbilità biologiche, psichiatriche ed esistenziali il cui denominatore comune è l’infiammazione cronica. Questo, per la donna, significa soffrire di un’ampia gamma di disturbi in età ancora giovane, con un rischio accentuato di invecchiamento accelerato e persino di tumori. Una terapia ormonale sostitutiva su misura, inclusiva del testosterone perduto, è quindi indispensabile per proteggere la salute e ritrovare la serenità.
In questo intervento la professoressa Graziottin illustra:
- l’epidemiologia della menopausa precoce spontanea e iatrogena;
- le differenze fra le donne bianche, ispaniche, afro-americane e asiatiche;
- perché i casi di menopausa iatrogena sono in netto aumento;
- i sintomi principali: neuroendocrini, urogenitali, cardiovascolari, muscolo-scheletrici, sessuali;
- le cause della menopausa iatrogena: chirurgia ginecologica, chemioterapia, radioterapia;
- in quali circostanze si determinano queste tre possibilità;
- l’importanza, in caso di intervento chirurgico, di monitorare la fertilità della donna prima e dopo l’operazione, tramite il dosaggio dell’ormone antimulleriano;
- come l’irregolarità mestruale sia il principale fattore predittivo della menopausa precoce, e che cosa deve fare il ginecologo a fronte di questo sintomo;
- che cosa significa “infiammazione persistente di basso grado non finalizzata”, e le sue implicazioni per la salute;
- come l’infiammazione abbia caratteristiche diverse a seconda dei fattori che la scatenano;
- come l’infiammazione comporti più dolore e una ridotta aspettativa di vita e di salute;
- le caratteristiche del mastocita, principale mediatore dell’infiammazione;
- quali fattori, nel contesto della menopausa precoce, fanno degranulare il mastocita dando avvio al processo infiammatorio;
- le differenze tra infiammazione fisiologica e infiammazione patologica;
- i marker dell’infiammazione nella menopausa precoce;
- in che modo la menopausa precoce impatta sul cervello e sulle sue funzioni neurovegetative, emotivo-affettive (con particolare riferimento alla depressione), cognitive e motorie;
- le relazioni che sussistono tra menopausa precoce, obesità, infiammazione e rischio di cancro;
- fino a quando è consigliabile curare la menopausa precoce con la terapia ormonale sostitutiva;
- le conseguenze della menopausa precoce sull’identità, la funzione e la relazione sessuale della donna.
Sullo stesso argomento per professionisti
Potrebbero interessarti anche

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter