Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

20/02/2020

Sindrome della vescica dolorosa: una cura efficace


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano


Cervigni M, Nasta L, Schievano C, Lampropoulou N, Ostardo E.
Micronized palmitoylethanolamide-polydatin reduces the painful symptomatology in patients with interstitial cystitis/bladder pain syndrome
Biomed Res Int. 2019 Nov 11;2019:9828397. doi: 10.1155/2019/9828397. eCollection 2019


Valutare l’efficacia di un composto micronizzato di palmitoiletanolamide e polidatina (m-PEA-Pol) nella cura del dolore pelvico cronico e degli altri sintomi associati alla sindrome della vescica dolorosa/cistite interstiziale nei pazienti refrattari alle terapie convenzionali: è questo l’obiettivo dello studio coordinato da Mauro Cervigni, ed espressione del Centro di riferimento per la cistite interstiziale dell’Ospedale San Carlo di Nancy, Roma, dell’Associazione Italiana Cistite Interstiziale, e della Divisione di Neurourologia e Urodinamica dell’Ospedale Santa Maria Degli Angeli, Pordenone.
La palmitoiletanolamide (PEA) è un composto lipidico endogeno che riduce la migrazione e la degranulazione dei mastociti, e l’over-attivazione degli astrociti e delle cellule gliali, con ottimi effetti antinfiammatori. La polidatina è la forma glicosilata del resveratrolo, e ne costituisce la versione più biodisponibile.
Lo studio è stato condotto per sei mesi su 32 pazienti. Il dolore vescicale è stato valutato con una scala analogica visuale, mentre gli altri sintomi urinari sono stati misurati con l’indice «O’Leary-Sant Interstitial Cystitis Symptom and Problem» e il questionario «Pelvic Pain and Urgency/Frequency» (PUF).
Questi, in sintesi, i risultati:
- il trattamento con m-PEA-Pol ha determinato una progressiva e significativa riduzione dell’intensità del dolore (p < 0.0001);
- si sono inoltre attenuati gli altri sintomi misurati con l’indice O’Leary-Sant e la scala PUF;
- la terapia, in particolare, ha determinato una significativa riduzione della frequenza urinaria e un piccolo miglioramento della capacità vescicale.

top

Parole chiave:
Cistite interstiziale - Disturbi urinari - Dolore pelvico cronico - Palmitoiletanolamide (PEA) - Polidatina - Sindrome della vescica dolorosa - Vescica

Stampa

© 2020 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico