EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Clinical predictors for migraine in patients presenting with nausea and/or vomiting

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
21/11/2013

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Min YW, Lee JH, Min BH, Lee JH, Kim JJ, Chung CS, Rhee PL.
Clinical predictors for migraine in patients presenting with nausea and/or vomiting
J Neurogastroenterol Motil. 2013 Oct; 19 (4): 516-20. doi: 10.5056/jnm.2013.19.4.516. Epub 2013 Oct 7
Molti pazienti affetti da emicrania soffrono anche di nausea e/o vomito, e per questo motivo sono inviati erroneamente al gastroenterologo: ciò può determinare un ritardo diagnostico dell’emicrania stessa e la messa a punto di una terapia inappropriata. Nel loro lavoro, Y.W. Min e collaboratori, della Sungkyunkwan University School of Medicine di Seoul, Korea, si propongono di identificare i fattori predittivi che, nei/nelle pazienti che presentano nausea e vomito, possono far pensare alla presenza dell’emicrania.
Nel 2009, sono stati analizzati 407 pazienti ai quali era già stata diagnosticata l’emicrania presso il Samsung Medical Center di Seoul. Fra questi, 261 soffrivano anche di nausea e/o vomito (gruppo N/V), mentre 146 non ne soffrivano (gruppo non N/V). Ciascun paziente è stato valutato utilizzando un questionario strutturato.
Questi, in sintesi, i risultati:
- rispetto al gruppo non N/V, i pazienti del gruppo N/V sono più giovani e più frequentemente donne, hanno un indice di massa corporea anomalo, consumano meno alcol, hanno una storia familiare di emicrania, soffrono di attacchi più severi, sono più stressati, accusano sintomi più gravi dopo un’attività fisica, hanno più dolore addominale e patiscono maggiormente di fotofobia e fonofobia;
- l’analisi multivariata indica in particolare che la giovane età (<40 anni, OR 2.128; 95% CI, 1.206-3.756; P=0.009), il sesso femminile (OR 2.703; 95% CI, 1.492-4.896; P=0.001), la storia familiare di emicrania (OR 2.080; 95% CI, 1.169-3.700; P=0.013), il dolore addominale (OR 4.452; 95% CI, 1.263-15.693; P=0.020) e la fotofobia/fonofobia (OR 2.296; 95% CI, 1.308-4.030; P=0.004) sono fattori predittivi indipendenti di emicrania nei/nelle pazienti con nausea e/o vomito.
Di conseguenza, in presenza di queste categorie, di fronte a un/una paziente con nausea e/o vomito il medico curante dovrebbe formulare un’ipotesi diagnostica di emicrania, e indirizzare quindi il paziente stesso non al gastroenterologo ma allo specialista di competenza.
Parole chiave di questo articolo
Potrebbero interessarti anche

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter