Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Video Stream

Condividi su
Stampa

02/07/2019

Ulipristal acetato: un farmaco efficace contro la fibromatosi uterina


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano


Intervista rilasciata in occasione del corso ECM su “La donna dai 40 anni in poi: progetti di salute”, organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 24 maggio 2019

ATTENZIONE: Il farmaco di cui si parla in questo articolo, l’ulipristal acetato, approvato per la cura della fibromatosi uterina e usato da oltre 800.000 donne nel mondo, è stato ritirato dal commercio per iniziativa del Pharmacovigilance Risk Assessment Committee (PRAC) della European Medicines Agency (EMA), per alcuni casi di epatite grave comparsa in corso di trattamento.


Ulipristal acetato: un farmaco efficace contro la fibromatosi uterina

Sintesi del video e punti chiave

Una donna sulla quarantina cerca il primo figlio, ma l’ecografia rivela la presenza di diversi fibromi uterini. Che cosa le si può proporre per curare bene la fibromatosi e al tempo stesso proteggere la capacità procreativa? Oggi la risposta farmacologica di prima scelta è l’ulipristal acetato, un farmaco utilizzato con successo da oltre 770.000 donne, e quindi caratterizzato da ottimi livelli di efficacia e sicurezza.
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- come, in passato, l’unica soluzione di cura fosse l’ablazione chirurgica dei fibromi, che però imponeva un’attesa di quasi due anni prima di cercare una gravidanza;
- i benefici dell’ulipristal acetato secondo tre recentissimi studi: netta riduzione del volume dei fibromi; attenuazione del sanguinamento eccessivo; ripristino di adeguati livelli di ferro nel sangue; massimo rispetto della riserva ovarica; possibilità di concepire due-quattro mesi dopo il completamento della terapia; miglioramento della funzione sessuale, dell’energia vitale e dell’umore;
- perché l’embolizzazione dell’arteria uterina non è indicata per le donne giovani che desiderino una gravidanza.

Realizzazione tecnica di MedLine.TV

top

Parole chiave:
Anemia - Chirurgia ginecologica - Embolizzazione - Fertilità e infertilità - Fibroma - Fibromatosi uterina - Funzione sessuale femminile - Isterectomia - Menometrorragia - Ulipristal acetato

Stampa

© 2019 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Video Stream