Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Audio stream

Condividi su
Stampa

17/01/2009

Terapia ormonale sostitutiva: un alleato prezioso per la donna in menopausa



Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano


A cura di Roberta Lupi e Valeria Colangelo (Radio Radio)

Sintesi dell'intervista e punti chiave

Terapia ormonale sostitutiva: un alleato prezioso per la donna in menopausa

Scarica l'intervista:
Terapia ormonale sostitutiva: un alleato prezioso per la donna in menopausa
(3.183 kByte)

Sintesi dell'intervista e punti chiave

I sintomi sono inconfondibili: il ciclo diventa irregolare, iniziano le vampate, compare il dolore articolare, il sonno si fa leggero e con frequenti risvegli. Sono le prime avvisaglie della menopausa. Il rimedio a molti di questi disturbi si chiama “terapia ormonale sostitutiva”, ma al suo riguardo gli esperti sono spesso divisi, e le donne poco informate. Al punto che, in Italia, ricorre agli ormoni solo il 4% delle donne in età menopausale, contro il 57% delle ginecologhe e il 59% delle mogli dei ginecologi: l’unico caso in cui i medici usano una terapia 11 volte più dei pazienti.
Una situazione di grave ritardo, soprattutto rispetto ad altri Paesi europei (come Finlandia, Norvegia e Svezia) in cui fa la terapia il 52% delle donne e l’86% delle ginecologhe. Eppure l’esperienza dimostra che se la donna è ben consigliata – e indirizzata con intelligenza clinica alla terapia più adatta alle sue esigenze per tipo di ormoni, dosaggio e via di somministrazione – il ricorso alla cura, fatte salve alcune controindicazioni, diventa una scelta del tutto naturale. Il primo obiettivo di ogni buon medico, dunque, dovrebbe essere quello di illustrare correttamente benefici e rischi reali della terapia, contrastando l’allarmismo dei media e l’interpretazione superficiale di studi epidemiologici come il Women’s Health Initiative (WHI), che nel 2002 ha ingiustamente seminato il panico nell’opinione pubblica.
Quali sono le controindicazioni della terapia ormonale sostitutiva? In che senso i risultati del WHI sono stati travisati? Che vantaggi offre la terapia sul piano della salute? Gli ormoni sono l’unica risposta possibile ai disturbi menopausali?
In questa intervista illustriamo:
- le controindicazioni maggiori della terapia: tumori ormonodipendenti (alla mammella, all’utero o all’ovaio), epatiti acute o croniche, pregresse tromboflebiti, trombosi;
- le reali indicazioni emergenti dal WHI riguardo il collegamento fra ormoni e aumento del rischio di tumore della mammella;
- le patologie di cui, per contro, la terapia ormonale sostitutiva riduce l’incidenza: tutti i disturbi direttamente indotti dalla carenza di estrogeni (insonnia, depressione, irritabilità, calo del desiderio, deficit della memoria); la demenza di Alzheimer; il morbo di parkinson; i dolori articolari (la cui prevalenza nella popolazione femminile triplica dopo la menopausa); l’invecchiamento cerebrale; i disturbi sessuali; l’urgenza minzionale; l’incontinenza urinaria;
- gli altri criteri da seguire per prescrivere la terapia: segni clinici come la distrofia vulvovaginale (che comporta dispareunia, ossia dolore ai rapporti); segni strumentali (osteopenia, osteoporosi); età alla menopausa; tipo di menopausa; familiarità per malattie che peggiorano in assenza di estrogeni (Alzheimer, Parkinson, osteoporosi);
- come l’età di inizio della terapia sia un fattore critico: la terapia ormonale fa bene se usata subito dopo la menopausa, mentre può diventare rischiosa se avviata tardivamente;
- l’importanza di integrare la terapia ormonale con stili di vita sani: peso nella norma; alimentazione equilibrata; assunzione di calcio e vitamina D (in caso di intolleranza ai latticini); movimento fisico quotidiano; niente fumo e pochissimo alcol; sonno regolare; esercitare la mente; coltivare gli affetti, l’amicizia e l’amore.

top

Articoli correlati:

Aggiornamenti scientifici

24/06/2013 - Dieci buone ragioni per essere felici della terapia ormonale - Commento

25/07/2011 - Artrosi: le cause ormonali di un disturbo banalizzato

29/06/2009 - Premature menopause and sexual outcomes

27/10/2008 - Morbo di Alzheimer: effetti protettivi del gene Seladin-1 (Selective Alzheimer's Disease Indicator-1) - Sintesi commentata

12/05/2008 - Arthralgias, bodily aches and pains and somatic complaints in midlife women: etiology, pathophysiology and differential diagnosis

07/04/2008 - Artralgie e dolori somatici nelle donne in menopausa: eziologia, fisiopatologia e diagnosi differenziale - Sintesi commentata

06/03/2008 - Artrosi nel Progetto Menopausa Italia

Audio stream

10/10/2009 - Blocco del ciclo e secchezza vaginale: come evitare i pesanti effetti collaterali delle diete eccessive

09/05/2009 - Menopausa iatrogena e perdita del desiderio: come il testosterone può ridare la gioia di vivere e di amare

14/02/2009 - Cistiti recidivanti in menopausa: che cosa le provoca, come prevenirle

29/11/2008 - Artrosi: che cosa la provoca, come si cura

20/04/2008 - Come combattere la secchezza genitale

Testimonianze

08/02/2013 - Depressione pre-menopausale: gli ormoni aiutano!

22/04/2011 - Riassaporare la vita grazie alla terapia ormonale sostitutiva

31/07/2009 - Con gli ormoni sono tornata ragazzina

26/09/2008 - Ormoni per rivivere

Video Stream

06/03/2012 - Terapia ormonale sostitutiva e corretti stili di vita, contro gli effetti della menopausa

17/06/2010 - Menopausa e terapia ormonale sostitutiva - Terza parte: Manifestazione dei sintomi e durata della terapia

03/06/2010 - Menopausa e terapia ormonale sostitutiva - Seconda parte: Evidenze scientifiche e posizioni di consenso

20/05/2010 - Menopausa e terapia ormonale sostitutiva - Prima parte: Impatto sulla qualità della vita

Le vostre domande

27/05/2011 - Osteoporosi, la cura migliore sono gli estrogeni

04/03/2011 - La terapia ormonale può prevenire l'Alzheimer o ritardarne la comparsa

Parole chiave:
Demenza di Alzheimer - Depressione - Dispareunia - Disturbi cognitivi - Disturbi sessuali femminili - Dolore ai rapporti - Dolore articolare - Fattori di rischio - Ginecologia - Menopausa - Menopausa precoce iatrogena - Terapia ormonale sostitutiva

Stampa

© 2009 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Audio stream