Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Video Stream

Condividi su
Stampa

15/10/2013

Sensibilità al glutine e celiachia: cosa sono, in cosa differiscono



Università degli Studi di Bologna, Policlinico S. Orsola-Malpighi


Sensibilità al glutine e celiachia: cosa sono, in cosa differiscono

Sintesi del video e punti chiave

Negli ultimi anni si è assistito a una vera e propria impennata delle vendite di prodotti “gluten free”, ossia privi di glutine: il fatto singolare è che, oltre ai celiaci, sembrano far bene anche a persone che non sono clinicamente affette da celiachia, ma riferiscono comunque disturbi digestivi quando mangiano la pasta, il pane o la pizza.
Che cosa sappiamo di questa particolare sensibilità al glutine? Quali potrebbero essere le sue basi fisiopatologiche?
In questo video, il professor Vincenzo Stanghellini illustra:
- i due test oggi disponibili per accertare la presenza di celiachia: biopsia dell’intestino tenue, valutazione della presenza di anticorpi antitransglutaminasi nel sangue periferico;
- la possibilità che la “gluten sensitivity” comporti effettivamente un limitato danno funzionale a livello intestinale;
- l’ipotesi secondo cui questa sensibilità non sia mediata immunologicamente, come avviene per la celiachia e le allergie, ma sia piuttosto una forma ancora poco conosciuta di intolleranza alimentare;
- la probabilità che nelle persone “sensibili al glutine” la digestione del frumento, e in generale dei cereali, comporti un impegno enzimatico maggiore di quanto richiesto dalla digestione di altri zuccheri complessi.

Per gentile concessione di Gynevra.it

top

Parole chiave:
Alimentazione - Allergie e intolleranze alimentari - Celiachia - Sensibilità al glutine / Gluten Sensitivity

Stampa

© 2013 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Video Stream