Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Video Stream

Condividi su
Stampa

04/09/2012

Neurobiologia del desiderio - Parte 5



Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano


Ripresa video di:
Graziottin A.
Problematiche femminili: dolore pelvico cronico, dispareunia, cistiti ricorrenti e comorbilità associate
Corso ECM su "Problematiche della sfera genitale femminile e maschile nell'ambulatorio del medico di famiglia", organizzato dalla ASL Mi2, Carugate (MI), 15 ottobre 2011


Neurobiologia del desiderio - Parte 5

Sintesi del video e punti chiave

I dati parlano chiaro: le donne in menopausa non trattata hanno un maggior rischio di deterioramento cognitivo, fino alla demenza di Alzheimer e al morbo di Parkinson. Eppure, in Italia, solo il 3% delle donne ricorre alla terapia ormonale sostitutiva, contro l’86% delle ginecologhe di Danimarca, Svezia, Norvegia e Finlandia. Un segno evidente che, in quei contesti, i risultati degli studi clinici vengono letti con maggiore obiettività e senza le deformazioni ideologiche che da sempre caratterizzano la critica all’uso degli ormoni nel nostro Paese. Il medico ha quindi una grande responsabilità nell’indirizzare o meno la donna a terapie che possono migliorare notevolmente la qualità della sua vita, anche sul piano sessuale.
Come bisogna procedere quando la donna va incontro a una menopausa precoce? A che cosa servono, in particolare, gli androgeni, e come cambia la loro produzione nel corso della vita femminile?
In questa quinta parte della relazione tenuta alla ASL Mi2 di Carugate (Milano) il 15 ottobre scorso, la professoressa Graziottin illustra:
- come, secondo le Linee Guida americane, europee e internazionali sulla menopausa precoce, la terapia ormonale sostitutiva vada somministrata – in assenza di controindicazioni maggiori – sino al compimento dei 51 anni;
- perché i dosaggi ormonali della terapia sostitutiva sono di assoluta sicurezza;
- i dati raccolti da Walter Rocca e collaboratori, della Mayo Clinic di Rochester, Minnesota (USA), sui rischi cognitivi di una carenza ormonale non curata;
- che cosa sono le endorfine;
- l’effetto della terapia ormonale sul livello dell’umore;
- da quali organi vengono prodotti gli androgeni;
- i benefici degli androgeni sulla salute generale e sessuale;
- come cambia la produzione del testosterone e del DHEA nel corso della vita, e in caso di menopausa precoce;
- che cos’è l’estrone e in che modo è prodotto;
- la correlazione fra obesità e rischio di tumori;
- come nella donna gli androgeni siano, contrariamente a quanto si crede, più abbondanti degli estrogeni, e come il loro livello sia dunque cruciale per la qualità complessiva della vita.

Per gentile concessione di Doctor2+ (Class Tv MsNbc)

top

Parole chiave:
Androgeni - Endorfine - Menopausa precoce iatrogena - Menopausa precoce/anticipata spontanea - Obesità - Terapia ormonale sostitutiva

Stampa

© 2012 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Video Stream