EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Chirurgia dell'endometriosi: le tecniche nerve sparing

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin

Chirurgia dell'endometriosi: le tecniche nerve sparing

17/09/2019

Prof. Marcello Ceccaroni
Primario del Dipartimento per la Tutela della Salute e della Qualità di Vita della Donna
U.O.C. di Ostetricia e Ginecologia, ISSA International School of Surgical Anatomy, IRCCS Ospedale Sacro Cuore Don Calabria, Negrar (VR)

Intervista rilasciata in occasione del corso ECM su “La donna dai 40 anni in poi: progetti di salute”, organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 24 maggio 2019

Sintesi del video e punti chiave

Quando è in fase molto avanzata l’endometriosi assomiglia a un tumore, per la possibilità che ha di espandersi nei tessuti circostanti. Questa diffusione coinvolge anche le fibre nervose, il che richiede una particolare attenzione in fase di intervento chirurgico. Proprio per questo motivo, da circa quindici anni, la chirurgia dell’endometriosi si è dotata di tecniche di intervento “nerve sparing” mutuate dall’oncologia.
In questo video, il professor Ceccaroni illustra:
- quando e dove sono state sviluppate le prime tecniche “nerve sparing”;
- il comportamento onco-mimetico, ossia simile a quello di un tumore, dell’endometriosi;
- i principali organi e tessuti infiltrati dall’endometriosi pelvica;
- i nervi maggiormente minacciati dalla malattia e che, per la loro funzione, è assolutamente necessario preservare;
- perché è concettualmente diverso parlare di “nerve sparing” in un tumore del collo dell’utero e nell’endometriosi.

Realizzazione tecnica di MedLine.TV
Sullo stesso argomento per professionisti
Sullo stesso argomento per pazienti

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter