Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Aggiornamenti scientifici

Condividi su
Stampa

21/10/2019

L'endometriosi nella donna dopo i 40 anni: le peculiarità chirurgiche


Ceccaroni M.
L'endometriosi nella donna dopo i 40 anni: le peculiarità chirurgiche
Graziottin A. (a cura di), Atti e approfondimenti di farmacologia del corso ECM su "La donna dai 40 anni in poi: progetti di salute", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 24 maggio 2019, p. 64-67


L’approccio chirurgico dell’endometriosi è spesso molto complesso a causa di una massiva infiltrazione viscerale e di una sindrome aderenziale che può coinvolgere più organi (retto, utero, ovaie, vescica) e che, nella maggior parte dei casi, altera completamente la normale anatomia pelvica di una donna. In assenza di un adeguato know-how chirurgico, tali interventi possono essere gravati da importanti complicanze post-operatorie e possono essere inefficaci se non radicali.
Questo tipo di chirurgia deve essere preso in considerazione dopo un accurato percorso clinico e diagnostico, discusso estesamente con la paziente, ed eseguito in un Centro di Riferimento che abbia un alto volume di casi trattati/ anno e un’équipe multidisciplinare nell’ambito sia diagnostico sia chirurgico e riabilitativo.

top

Parole chiave:
Chirurgia ginecologica - Endometriosi - Menopausa precoce iatrogena

Stampa

© 2019 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Aggiornamenti scientifici