Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Aggiornamenti scientifici

Condividi su
Stampa

07/12/2015

Acido ialuronico: implicazioni per la salute della donna


Claudio Gustavino, Paolo Sala
Acido ialuronico: implicazioni per la salute della donna
Graziottin A. (a cura di), Atti e approfondimenti di farmacologia del corso ECM su "Menopausa precoce: dal dolore alla salute", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 27 marzo 2015, p. 101-105


Oltre il 25% delle donne oltre i 50 anni d’età e circa il 12% delle donne al di sotto dei 40 anni sono affette da atrofia vulvovaginale e dai sintomi ad essa associati, quali secchezza, irritazione, prurito, bruciore, dispareunia, cattivo odore e discomfort anche in semplici attività come una passeggiata.
L’acido ialuronico presenta caratteristiche di biocompatibilità, innocuità ed efficacia che lo rendono una prima scelta perfetta in tutti i casi di atrofia vaginale in cui la donna non possa o non voglia utilizzare gli estrogeni per via locale.
Presenta inoltre documentati effetti sinergici in caso di contemporanea terapia estrogenica locale, potenziando in particolare idratazione ed elasticità dell’epitelio vaginale e dell’urotelio, costituendo quindi un ulteriore fattore di difesa e riparazione di mucose molto vulnerabili soprattutto nella postmenopausa.

top

Parole chiave:
Acido ialuronico / Sodio ialuronato - Atrofia vulvo-vaginale - Estrogeni - Menopausa - Secchezza vaginale - Sindrome genitourinaria della menopausa - Terapia ormonale locale

Stampa

© 2015 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Aggiornamenti scientifici