EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Dolore pelvico cronico nella donna in età fertile: un disturbo frequente e spesso trascurato

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
Dolore pelvico cronico nella donna in età fertile: un disturbo frequente e spesso trascurato
15/07/2021

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Commento a:
Margueritte F, Fritel X, Zins M, Goldberg M, Panjo H, Fauconnier A, Ringa V.
The underestimated prevalence of neglected chronic pelvic pain in women, a nationwide cross-sectional study in France
J Clin Med. 2021 Jun 3;10(11):2481. doi: 10.3390/jcm10112481
Valutare la prevalenza di dismenorrea, dispareunia e altre forme di dolore pelvico cronico nelle donne in età fertile: è questo l’obiettivo dello studio condotto dalle Università di Parigi e Poitiers, con la collaborazione di ospedali e centri di ricerca epidemiologica francesi.
Il lavoro parte dall’ipotesi che il dolore mestruale (dismenorrea), il dolore ai rapporti (dispareunia) e il dolore pelvico cronico di origine non mestruale (non-menstrual chronic pelvic pain, NMCPP) siano spesso trascurati nella pratica clinica, anche per la difficoltà che le donne talora hanno a parlarne con i medici.
Lo studio è stato condotto su 21.287 donne di età compresa fra 18 e 49 anni, sessualmente attive e con normali flussi mestruali nei precedenti tre mesi, alle quali è stato chiesto di valutare il dolore in questi termini:
- dismenorrea: lieve, moderata, severa;
- dispareunia: frequenza;
NMCPP: presente o assente.
Questi, in sintesi, i risultati:
- il 39.8% (95% CI, 39.2-40.5) riporta dismenorrea da moderata a severa;
- il 20.3% (95% CI, 18.7-21.9) delle donne più giovani (18-24 anni) riporta dismenorrea severa;
- il 7.9% (95% CI, 7.5-8.2) e il 12.8% delle più giovani (95% CI, 11.5-14.1) dichiara di soffrire di dispareunia “spesso” o “sempre”;
- il 17.0% (95% CI, 16.5-17.5) riporta NMCPP;
- il 7.5% (95% CI, 6.4-8.6) due o più tipi di dolore severo e/o frequente.
In conclusione:
- si dovrebbe prestare una particolare attenzione clinica al 7.5% che lamenta sintomi pelvici multipli, severi e frequenti;
- in generale, le percentuali emerse dallo studio confermano come il dolore pelvico cronico sia una condizione capace di compromettere la qualità di vita delle donne che ne soffrono, e richieda approcci terapeutici mirati in funzione delle specificità delle principali patologie che lo sottendono (endometriosi, vestibolite vulvare, sindrome della vescica dolorosa, sindrome dell’intestino irritabile).
Sullo stesso argomento per professionisti
Potrebbero interessarti anche

Flash dalla ricerca medica internazionale

Flash dalla ricerca medica internazionale

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter