EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Cura dell’endometriosi: dieci raccomandazioni terapeutiche

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
12/12/2019

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

ETIC – Endometriosis Treatment Italian Club
When more is not better: 10 «don’ts» in endometriosis management. An ETIC position statement
Hum Reprod Open. 2019 Jun 12; 2019 (3): hoz009. doi: 10.1093/hropen/hoz009. eCollection 2019
Fornire dieci raccomandazioni sulle opzioni da evitare nella terapia dell’endometriosi: è questo l’obiettivo del documento di consenso messo a punto da 41 esperti provenienti da 16 dipartimenti accademici e ospedali italiani, e aderenti all’Endometriosis Treatment Italian Club (ETIC).
Le raccomandazioni, formulate come «do not», individuano dieci interventi medici e chirurgici che non dovrebbero essere proposti alle pazienti, in quanto caratterizzati da uno sfavorevole rapporto fra benefici potenziali, effetti indesiderati a livello fisico e psicologico, e costi.
Ecco, in sintesi, le dieci raccomandazioni:
1) non suggerire la laparoscopia per individuare e trattare un’endometriosi peritoneale superficiale nelle donne infertili e senza sintomi dolorosi a livello pelvico (qualità dell’evidenza: elevata; raccomandazione forte);
2) non suggerire la stimolazione ovarica controllata e l’inseminazione intrauterina alle donne inferitili e affette da un’endometriosi a qualsiasi stadio (qualità dell’evidenza: moderata; raccomandazione debole);
3) non rimuovere piccoli endometriomi ovarici (diametro <4 cm) con il solo scopo di migliorare la probabilità di concepimento da parte di donne infertili candidate alla fecondazione in vitro (qualità dell’evidenza: elevata; raccomandazione forte);
4) non rimuovere lesioni endometriosiche profonde non complicate in donne asintomatiche, e anche nelle donne sintomatiche che non cercano il concepimento quando la terapia medica è efficace e ben tollerata (qualità dell’evidenza: moderata; raccomandazione debole);
5) non richiedere sistematicamente accertamenti diagnostici di secondo livello in donne con accertata o sospetta endometriosi colon-rettale non sub-occlusiva o con sintomi che rispondono alla terapia medica (qualità dell’evidenza: bassa; raccomandazione debole);
6) non suggerire ripetute misurazioni del CA-125, o di altri biomarker attualmente utilizzati, in donne sottoposte con successo a terapia farmacologica per endometriosi non complicata in assenza di sospette cisti ovariche (qualità dell’evidenza: bassa; raccomandazione debole);
7) non privare le donne che si sottopongono a un intervento chirurgico per endometriomi ovarici, e non cercano immediatamente un concepimento, di una terapia post-operatoria di lungo termine a base di estro-progestinici o progestinici (qualità dell’evidenza: elevata; raccomandazione forte);
8) non effettuare laparoscopie nelle adolescenti (<20 anni) con dismenorrea da moderata a severa, e con sospetta diagnosi precoce di endometriosi, senza prima tentare di attenuare i sintomi con estro-progestinici e progestinici (qualità dell’evidenza: bassa; raccomandazione debole);
9) non prescrivere farmaci che non possono essere utilizzati nel lungo termine come trattamento di prima linea per motivi di sicurezza o di costo, a meno che gli estro-progestinici o i progestinici si siano rivelati inefficaci, non tollerati o controindicati (qualità dell’evidenza: elevata; raccomandazione forte);
10) non ricorrere alla chirurgia laparoscopica robotizzata al di fuori dei setting di ricerca (qualità dell’evidenza: moderata; raccomandazione debole).
Sullo stesso argomento per professionisti

Flash dalla ricerca medica internazionale

Flash dalla ricerca medica internazionale

Flash dalla ricerca medica internazionale

Potrebbero interessarti anche

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter