EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Criteri diagnostici della fibromialgia: stato dell’arte e prospettive future

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
Criteri diagnostici della fibromialgia: stato dell’arte e prospettive future
04/02/2021

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Galvez-Sánchez CM, Reyes Del Paso GA.
Diagnostic criteria for fibromyalgia: critical review and future perspectives
J Clin Med. 2020 Apr 23;9(4):1219. doi: 10.3390/jcm9041219
Fornire un resoconto storico e scientifico dello sviluppo di criteri diagnostici per la fibromialgia: è questo l’obiettivo della review narrativa di Carmen Galvez-Sánchez e Gustavo Reyes Del Paso, del Dipartimento di Psicologia presso l’Università di Jaén, Spagna.
La sindrome fibromialgica è una patologia cronica caratterizzata da dolore diffuso e altri sintomi fisici ed emotivi. L’assenza di marker clinici obiettivi ha sempre costituito un problema a livello di ricerca, prevenzione e terapia.
Lo studio, in particolare, prende in considerazione i criteri diagnostici messi a punto dall’American College of Rheumatology (ACR) e, dopo una documentata introduzione, sviluppa queste aree tematiche:
- storia della fibromialgia, con particolare attenzione ai primi tentativi di definirne i criteri diagnostici;
- processo di sviluppo di nuovi algoritmi da parte della ACR, nel 1990 e nel 2010;
- successiva revisione dei criteri ACR 2010;
- sviluppo di scale di valutazione sulla base dei criteri 2010 e 2011, come la Polysymptomatic Distress Scale e il FMS Survey Questionnaire;
- correlazione fra algoritmi di diagnosi e prevalenza della patologia nei due sessi;
- efficacia, accuratezza e limiti dei criteri ACR;
- diagnosi differenziale e comorbilità;
- nuove evidenze e prospettive future.
Nonostante l’importante lavoro svolto dalla ACR e gli ulteriori sviluppi registrati nel 2016, la patologia continua a sollevare importanti questioni di ordine clinico. La ricerca di criteri diagnostici sempre più precisi ed efficaci deve quindi proseguire a livello mondiale.
Parole chiave di questo articolo
Sullo stesso argomento per professionisti
Sullo stesso argomento per pazienti
Potrebbero interessarti anche

Flash dalla ricerca medica internazionale

Flash dalla ricerca medica internazionale

Flash dalla ricerca medica internazionale

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter