Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

02/11/2012

Cicli emorragici: curarsi è semplice, e torna la voglia di vivere




Sfogliando il numero di maggio di “Marie Claire” ho letto un’intervista sui cicli emorragici rilasciata da una dottoressa della mia città, e mi si sono illuminati gli occhi: da tanto tempo soffrivo dei disturbi trattati nell’articolo e mai i vari ginecologi da me consultati erano riusciti a metterli a fuoco! Così ho parlato con i miei genitori – ho 17 anni – e li ho convinti ad avere un consulto anche con quella dottoressa, nella speranza di trovare in lei la persona e la professionalità che potessero risolvere i miei problemi.
Ho telefonato e ho preso l’appuntamento, fiduciosa di ritrovare con lei la serenità che con l’andare del tempo avevo perso con gli altri ginecologi. E in effetti ho trovato in lei una persona UMANA che mi ha dato coraggio: e le cure prescritte sono risultate subito efficaci e risolutive del mio caso. Anche la dottoressa che mi ha fatto l’ecografia ha lo stesso garbo e professionalità.
Adesso, grazie ai suoi consigli e alle sue cure – una pillola con estrogeno naturale e dienogest da assumere senza interruzioni – il mio ciclo, prima interminabile e dolorosissimo, è ridiventato normale, e l’umore positivo e la serenità sono tornati in me.
Consiglio a chi ha i miei stessi problemi di cercare il medico giusto, perché le cure ci sono! Grazie di cuore, dottoressa! In lei ho creduto, e continuerò a parlare di lei in modo positivo dal lato umano e professionale.
Antonella B.

top

Parole chiave:
Dismenorrea (dolore mestruale) - Menometrorragia - Pillola all'estradiolo e dienogest - Rapporto medico-paziente

Stampa

© 2012 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico