Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Aggiornamenti scientifici

Condividi su
Stampa

11/06/2018

Xiloglucano: farmacologia e azione di protezione della parete intestinale


Graziottin A.
Xiloglucano: farmacologia e azione di protezione della parete intestinale
Graziottin A. Murina F. (a cura di), Atti e approfondimenti di farmacologia del corso ECM su "Il dolore vulvare dall'A alla Z: dall'infanzia alla post-menopausa", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 7 aprile 2017, p. 125-130


Lo xiloglucano è un’emicellulosa di origine vegetale, ottenuta dai semi dell'albero di Tamarindo (Tamarindus indica). Stratificandosi sulla mucosa intestinale, ne migliora la resistenza alle aggressioni patologiche e l’aiuta a ripristinare la normale funzionalità.
Lo xiloglucano può quindi integrare in modo efficace le strategie terapeutiche multimodali per ridurre sia gli effetti negativi delle alterazioni infiammatorie della parete intestinale sia la conseguente vulnerabilità ad infezioni vulvari, vaginali e vescicali da parte di enterobatteri.

top

Parole chiave:
Allergie alimentari - Celiachia - Dolore vulvare - Vulvodinia - Gastroenterite infettiva acuta - Gastroenterologia - Infezioni del tratto urinario - Intestino - Malattie infiammatorie intestinali - Microbiota intestinale - Traslocazione batterica - Xiloglucano

Stampa

© 2018 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Aggiornamenti scientifici