Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Aggiornamenti scientifici

Condividi su
Stampa

01/09/2014

Strategie di protezione del pavimento pelvico in caso di parto operativo


Claudio Crescini
Strategie di protezione del pavimento pelvico in caso di parto operativo
Atti del corso ECM su "Dolore in ostetricia, sessualità e disfunzioni del pavimento pelvico. Il ruolo del ginecologo nella prevenzione e nella cura", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 6 giugno 2014, p. 33-35


L’indicazione principale all’accorciamento strumentale del periodo espulsivo è rappresentata dal sospetto che le condizioni di benessere fetale siano compromesse sulla base dei dati della cardiotocografia in periodo espulsivo, e che il parto per via vaginale possa essere espletato in tempi più brevi rispetto al taglio cesareo.
L'articolo spiega come proteggere dalle lesioni il pavimento pelvico della donna e illustra le recenti linee guida ACOG relative all’episiotomia.

top

Parole chiave:
Episiotomia/episiorrafia - Ostetricia - Parto - Pavimento pelvico ipoattivo - Rischio ostetrico

Stampa

© 2014 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Aggiornamenti scientifici