Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Video Stream

Condividi su
Stampa

10/02/2015

Protezione della fertilità: la crioconservazione del tessuto ovarico – Parte 1



Direttore Prima Clinica Universitaria di Ginecologia e Ostetricia, Università di Torino


Intervista rilasciata in occasione del 16th World Congress of Gynecological Endocrinology, Firenze, 5-8 marzo 2014


Protezione della fertilità: la crioconservazione del tessuto ovarico – Parte 1

Sintesi del video e punti chiave

Il patrimonio ovocitario della donna può essere compromesso da numerose patologie, ma anche dalle terapie messe in atto per curarle: la crioconservazione del tessuto ovarico è una tecnica avanzata che, in questi casi, permette di proteggere la fertilità e quindi, dopo la guarigione, di avere una gravidanza.
In quali casi è indicata questa tecnica innovativa? Come si procede in concreto, e quali sono le fasi della procedura?
Nella prima parte di questo video, la professoressa Benedetto illustra:
- le malattie e le terapie che minacciano maggiormente la salute dell’ovaio e possono quindi richiederne la crioconservazione;
- le condizioni che l’organismo della donna deve soddisfare in termini di salute generale e di funzionalità ovarica;
- gli esami preliminari da effettuare;
- le fasi complete della procedura: prelievo del frammento ovarico; preparazione del tessuto in laboratorio; crioconservazione in azoto liquido; test di scongelamento; scongelamento completo; reimpianto;
- come si svolge il prelievo del frammento ovarico;
- in che modo il tessuto viene preparato, crioprotetto e portato alla temperatura di conservazione (-196 gradi centigradi).

Realizzazione tecnica di MedLine.TV

top

Parole chiave:
Chemioterapia - Crioconservazione della corticale ovarica - Fertilità e infertilità - Malattie autoimmuni - Radioterapia

Stampa

© 2015 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Video Stream