EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Papillomavirus umano (HPV) e salute della donna

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
14/09/2009

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

Le infezioni da HPV comportano lesioni complesse a carico dell’apparato genitale femminile, della regione anale e del cavo orale. L’aggressività dell’infezione è modesta per i ceppi 6 e 11, responsabili delle condilomatosi genitali (o “verruche veneree” ), che possono tuttavia necessitare di un gravoso impegno diagnostico e terapeutico.
L’aggressività è massima per le infezioni da ceppo 16 e 18, responsabili delle precancerosi fino al carcinoma invasivo e potenzialmente mortale del collo dell’utero, ma con lesioni precancerose ed invasive, seppur meno frequenti, a carico della vagina e della vulva, dell’ano e del cavo orofaringeo.
In positivo, la vaccinazione anti Papillomavirus può ridurre significativamente tutte queste lesioni.
Potrebbero interessarti anche

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter