Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Aggiornamenti scientifici

Condividi su
Stampa

20/04/2009

Il papillomavirus umano (HPV): le domande più frequenti



Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano


I Papillomavirus (HPV) sono una grande famiglia di virus a trasmissione sessuale che si sta diffondendo in modo crescente soprattutto fra i giovani. Include oltre 100 ceppi diversi, alcuni dei quali di particolare interesse per la salute umana: i ceppi 6 e 11, responsabili del 90 per cento delle condilomatosi (o verruche genitali) maschili e femminili, e i ceppi 16 e 18, che provocano il 70 per cento dei carcinomi invasivi del collo dell’utero. Si tratta dunque di virus particolarmente pericolosi soprattutto per le donne.
In questo articolo illustriamo:
- le caratteristiche biologiche del virus;
- la sua classificazione in funzione del rischio oncogeno;
- quali tumori sono provocati dal virus;
- gli aspetti epidemiologici del contagio;
- il meccanismo di funzionamento del virus.

top

Parole chiave:
Cancro del collo dell'utero - Condilomi genitali - Ginecologia - Malattie sessualmente trasmesse - Papillomavirus (HPV) - Rischio oncogeno

Stampa

© 2009 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Aggiornamenti scientifici