EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Il papillomavirus umano (HPV): quali patologie può causare?

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
11/05/2009

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

I papillomavirus (HPV) sono una grandissima famiglia di virus a trasmissione sessuale, formata da oltre cento ceppi diversi, alcuni dei quali molto pericolosi per la salute femminile: i ceppi 6 e 11, in particolare, sono responsabili del 90 per cento dei condilomi genitali, mentre i ceppi 16 e 18 provocano il 70 per cento dei carcinomi invasivi del collo dell’utero, oltre a numerose altra patologie a carico della vagina, della vulva, della mucosa anale e della bocca.
In questo articolo illustriamo:
- le relazioni fra papillomavirus, condilomi genitali e cancro del collo dell'utero;
- la classificazione istologica delle lesioni provocate dal virus;
- l'impatto clinico e psicosessuologico dei condilomi genitali;
- le altre lesioni precancerose riconducibili all'azione del virus.
Potrebbero interessarti anche

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter