EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Le cistiti ricorrenti nella donna

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
28/05/2012
Daniele Grassi
Le cistiti ricorrenti nella donna
Congresso Regionale (Emilia Romagna) dell'Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani (AOGOI) - Associazione Ginecologi Territoriali (AGITE) - Federazione Nazionale Collegi Ostetriche (FNCO), Simposio su “Il ginecologo e le sindromi dolorose mestruali”, organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna – Onlus, Modena, 29-31 marzo 2012
Le cistiti sono definite ricorrenti (Recurrent Urinary Tract Infections: R-UTI’s) quando si verificano tre o più episodi in 12 mesi, o due episodi o più in 6 mesi. In età adulta, soffre di cistite una donna su tre. Le cistiti ricorrenti interessano il 25% delle donne che hanno avuto un primo episodio di cistite.
E’ possibile che la progressione verso la cronicizzazione sia mediata dalla formazione intracellulare (dentro l’urotelio) di colonie di germi (Intracellular Bacterial Communities, IBC’s), specie di Escherichia Coli, pronte a ri-virulentarsi per stimoli (noxae patogene) sempre più deboli.
Potrebbero interessarti anche

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter