Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Aggiornamenti scientifici

Condividi su
Stampa

06/06/2016

Infiammazione e dolore, mastociti e progestinici: nuovi spazi terapeutici?


A. Cagnacci
Infiammazione e dolore, mastociti e progestinici: nuovi spazi terapeutici?
Atti del corso ECM su "La donna e il dolore pelvico: da sintomo a malattia, dalla diagnosi alla terapia", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 16 novembre 2012, p. 55-58


L’attivazione del sistema immunitario, e in particolare di alcune cellule quali i mastociti, è uno dei meccanismi fondamentali per l’insorgenza dell’infiammazione sia in fase acuta sia nella sua cronicizzazione. Uno stato infiammatorio cronico è alla base del dolore pelvico femminile.
Il progesterone esercita azioni antinfiammatorie attraverso un’inibizione dell’attività dei mastociti e di altre cellule coinvolte nell’infiammazione cronica. Azioni simili sono esercitate dai progestinici di sintesi, che per le loro diverse affinità recettoriali possono esercitare effetti anche maggiori rispetto al progesterone naturale. L’uso corretto di queste molecole dal punto di vista terapeutico è promettente ma deve ancora essere studiato con attenzione.

top

Parole chiave:
Dolore pelvico cronico - Infiammazione - Mastocita - Ormoni sessuali - Progesterone/Progestinici - Sistema immunitario

Stampa

© 2016 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Aggiornamenti scientifici