Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Video Stream

Condividi su
Stampa

26/07/2016

Emergenze ostetriche: che cosa sono, come affrontarle – Parte 2



Direttore Dipartimento Materno-Infantile, Ospedale di Treviglio (BG)
Segretario Regionale AOGOI Lombardia


Intervista rilasciata in occasione del corso di formazione “Leadership in sala parto: la gestione delle emergenze”, Treviglio (BG), 6-9 aprile 2016


Emergenze ostetriche: che cosa sono, come affrontarle – Parte 2

Sintesi del video e punti chiave

Nella prima puntata di questa intervista abbiamo visto come, per limitare i rischi da parto materni e fetali, sia indispensabile un’adeguata formazione del personale medico e ostetrico. Oggi analizziamo come si è modificata nel tempo la mortalità da parto e come sia importante non abbassare mai la guardia su un tema così complesso e delicato.
Nella seconda parte di questo video, il dottor Crescini illustra:
- come il parto sia un evento fisiologico, minacciato però da complicanze che possono comportare danni anche molto seri per la mamma e il bambino;
- come, in passato, la mortalità materna da parto fosse estremamene elevata e – stando alle testimonianze degli Antichi – persino superiore alla mortalità in battaglia;
- l’attuale rischio di mortalità materna in Italia e nel mondo;
- in quali Paesi la gravidanza e il parto rappresentano ancora eventi oltremodo insidiosi;
- i tre fattori che concorrono a ridurre il rischio ostetrico: assistenza adeguata durante la gestazione, pronta individuazione delle situazioni a rischio, intervento medico tempestivo.

Realizzazione tecnica di MedLine.TV

top

Parole chiave:
Formazione medica - Morte perinatale - Ostetricia - Parto - Rischio ostetrico

Stampa

© 2016 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Video Stream