Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Video Stream

Condividi su
Stampa

07/04/2015

Carcinoma dell'endometrio: diagnosi e terapia – Parte 1



Vicedirettore Divisione di Ginecologia, Istituto Europeo di Oncologia (IEO), Milano


A cura di Flavio Vitali

Carcinoma dell'endometrio: diagnosi e terapia – Parte 1

Sintesi dell'intervista e punti chiave

Negli ultimi 20 anni il carcinoma dell’endometrio è diventato la neoplasia pelvica femminile più frequente. Nel corso della vita, ne è colpita una donna su 47. Ogni anno si registrano 7500 nuovi casi. Ne parliamo con il professor Fabio Landoni, vicedirettore della Divisione di Ginecologia presso l’Istituto Europeo di Oncologia (IEO) di Milano.
Quali sono i principali sintomi del carcinoma endometriale? Come si diagnostica? Come si cura?
In questo video, il professor Landoni illustra:
- un sintomo da non sottovalutare: le perdite ematiche che, nel periodo post climaterico, possono mimare un’irregolarità del ciclo;
- come, in caso di perdite persistenti, sia consigliabile rivolgersi allo specialista;
- gli esami attraverso cui il medico giunge alla diagnosi: ecografia e accertamento istologico;
- quali indizi, in particolare, devono allertare l’ecografista;
- perché non è corretto attribuire al pap test la responsabilità di un’eventuale omissione diagnostica;
- che cosa permettono di accertare, in fase di stadiazione, la TAC e la risonanza magnetica nucleare;
- come la chirurgia sia la linea terapeutica di prima scelta, quando il tumore è localizzato e se le condizioni generali della paziente la consentono;
- che cosa si asporta durante l’operazione;
- le modalità dell’intervento chirurgico: tradizionale (laparotomica), mini-invasiva (laparoscopica o robotica);
- i vantaggi della modalità mini-invasiva, e quelli della via robotica rispetto alla via laparoscopica.

Realizzazione tecnica di MedLine.TV

top

Parole chiave:
Carcinoma endometriale - Chirurgia ginecologica

Stampa

© 2015 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Video Stream