EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Disturbi mestruali: impatto sulla vita quotidiana. Uno studio olandese

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
05/03/2020

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano

Schoep ME, Nieboer TE, van der Zanden M, Braat DDM, Nap AW.
The impact of menstrual symptoms on everyday life: a survey among 42,879 women
Am J Obstet Gynecol. 2019 Jun;220(6):569.e1-569.e7. doi: 10.1016/j.ajog.2019.02.048. Epub 2019 Mar 15
Valutare l’incidenza dei sintomi mestruali fra le donne olandesi, e il loro impatto sulla vita quotidiana: è questo l’obiettivo dello studio coordinato da Mark E. Schoep ed espressione dei dipartimenti di Ostetricia e Ginecologia del Radboud University Medical Center di Nijmegen e del Rijnstate Hospital di Arnhem, Olanda.
I sintomi associati alle mestruazioni – dismenorrea, flussi abbondanti, disturbi dell’umore, sindrome premestruale – hanno una larga prevalenza nella popolazione generale, ma molte donne esitano a parlarne con il loro medico curante, o il loro ginecologo, perché si vergognano o perché li considerano normali e inevitabili.
Lo studio è stato condotto tramite un questionario web su 42.879 donne di età compresa fra i 15 e i 45 anni, da luglio a ottobre 2017. Tre gli outcome primari:
- la presenza di sintomi mestruali;
- l’intensità di tali sintomi e il livello di dolore associato;
- l’impatto sulle attività quotidiane.
Questi, in sintesi, i risultati:
- il dolore mestruale (dismenorrea) è il sintomo più frequente, con una prevalenza dell’85 per cento;
- seguono il disagio psicologico (77%) e l’affaticabilità (71%);
- il 38 per cento delle donne non riesce a svolgere le normali attività quotidiane durante le mestruazioni;
- fra le donne che si vedono costrette a posporre i loro impegni, solo il 48.6 per cento ne parla con i familiari.
Questi dati confermano una volta di più la necessità di informare le donne sulla possibilità di curare efficacemente i disturbi mestruali e di formare i medici ad affrontare queste problematiche in sede di anamnesi e terapia.
Sullo stesso argomento per professionisti

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter