Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Aggiornamenti scientifici

Condividi su
Stampa

25/02/2019

Salute vaginale di donne in postmenopausa con assunzione di un nutraceutico contenente equolo


Caruso S. Cianci S. Fava V. Rapisarda A. Cutello S. Cianci A.
Salute vaginale di donne in postmenopausa con assunzione di un nutraceutico contenente equolo
Graziottin A. (a cura di), Atti e approfondimenti di farmacologia del corso ECM su "Patologie ginecologiche benigne e dolore: come scegliere il meglio fra terapie mediche e chirurgiche", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 25 maggio 2018, p. 84-90


L’atrofia vulvovaginale (VVA) in genere diventa clinicamente evidente pochi anni dopo l’inizio della menopausa; la secchezza vaginale e la dispareunia sono i sintomi maggiormente fastidiosi. Prodotti nutraceutici contenenti equolo potrebbero essere efficaci nella modulazione della sintomatologia postmenopausale e potrebbero essere ben accettati dalle donne che di solito non desiderano utilizzare la terapia ormonale, o non possono per motivi connessi a fattori di rischio.

top

Parole chiave:
Atrofia vulvo-vaginale - Dispareunia femminile - Equolo - Menopausa - Nutraceutici - Secchezza vaginale - Sindrome genitourinaria della menopausa

Stampa

© 2019 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Aggiornamenti scientifici