Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

12/02/2016

Metrorragia persistente, gli accertamenti necessari


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, H. San Raffaele Resnati, Milano
Dott.ssa Dania Gambini
Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia, H. San Raffaele, Milano


“Ho 21 anni e da quando ne avevo 15 soffro di metrorragia. Mi hanno sempre curata con diverse pillole anticoncezionali, ma con il tempo sono diventata intollerante al lattosio, ho avuto tutti i possibili effetti collaterali e torno a soffrire di metrorragia due o tre mesi dopo la fine dell’assunzione. Le cause del problema sono sempre state imputate a ovaie micropolicistiche per una disfunzione ormonale. Io ormai credo che ci sia solo da pazientare. Che cosa mi consigliate di fare? Grazie”.
F.S.

top

Gentile amica, il termine “metrorragia” indica una perdita di sangue uterino anomala, ossia al di fuori del periodo mestruale, oppure una mestruazione molto abbondante, normalmente accompagnata da forte dolore (dismenorrea).
Le cause possono essere diverse, sia organiche (legate ad esempio alla presenza di polipi endometriali, fibromi uterini, cisti ovariche) sia disfunzionali (alterazioni ormonali di varia natura).
Se non già precedentemente eseguiti, le consigliamo di effettuare:
- i dosaggi ormonali specifici in 3-4° giornata del ciclo, comprensivi della funzionalità tiroidea;
- un’ecografia ginecologica transvaginale;
- il pap test.
Se risultasse tutto nella norma, e in assenza di controindicazioni assolute, si può ricorrere alla terapia estro-progestinica, scegliendo come modalità di somministrazione – vista la sua intolleranza al lattosio – la via “transdermica”, ossia il cerotto. Qualora la metrorragia persistesse potrà valutare con il suo ginecologo curante l’eventuale opportunità di un’isteroscopia diagnostica. Un cordiale saluto.

top

Parole chiave:
Cerotto contraccettivo - Dolore mestruale / Dismenorrea - Menometrorragia - Terapia contraccettiva - Visita ginecologica

Stampa

© 2016 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico