Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

24/05/2018

Infezione vaginale multipla: come procedere



Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, H. San Raffaele Resnati, Milano
Dott.ssa Dania Gambini
Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia, H. San Raffaele, Milano


“Ho 22 anni. Dopo 4 mesi che avevo rapporti, mi è venuta un’infezione da Ureaplasma urealyticum; poi, a distanza di sei mesi, il batterio si è ripresentato insieme con la Candida. Ora mi sento confusa, perché la ginecologa insieme all’antibiotico mi ha prescritto il fluconazolo, mentre un altro medico mi ha detto che non devo assumere l’antibiotico e poi il fluconazolo. Chiedo un vostro gentile parere sulla questione, grazie”.

top

Gentile amica, la positività di un tampone vaginale colturale a più germi richiede il trattamento di tutti i patogeni coinvolti nell’infezione. Per cui nel suo caso risulta effettivamente indicata l’assunzione di una terapia antibiotica mirata per l’Ureaplasma e di una terapia antimicotica nei confronti della Candida, da estendersi anche al partner.
Le consigliamo inoltre l’utilizzo di probiotici vaginali al fine di reintegrare la normale flora batterica vaginale, evitando così le possibili recidive. A tal fine risulta importante anche instaurare delle corrette abitudini di vita, tra cui la riduzione di zuccheri semplici e prodotti lievitati, la regolarizzazione intestinale, l’utilizzo di biancheria intima di cotone e di indumenti comodi. Un cordiale saluto.

top

Parole chiave:
Candida / Candida recidivante - Infezioni - Ureaplasma - Vaginite / Vaginite atrofica

Stampa

© 2018 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico