EN
Ricerca libera
Cerca nelle pubblicazioni scientifiche
per professionisti
Vai alla ricerca scientifica
Cerca nelle pubblicazioni divulgative
per pazienti
Vai alla ricerca divulgativa

Improvvise irregolarità mestruali: come procedere

  • Condividi su
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Whatsapp
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Linkedin
06/08/2015

Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, H. San Raffaele Resnati, Milano
Dott.ssa Dania Gambini
Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia, H. San Raffaele, Milano

“Buon giorno, vorrei un chiarimento per sentirmi un pochino più sollevata. Ho 41 anni, ho avuto una gravidanza, e nessun problema ormonale fino a due mesi fa; ultimamente, invece, ho saltato un ciclo, poi nel mese successivo ho avuto due cicli a distanza di 13 giorni, e adesso, a 12 giorni dall’ultimo ciclo, ho già dei doloretti premestruali all’addome e mi sento di umore particolarmente instabile. Che cosa può significare? Grazie e cordiali saluti”.
Gentile amica, alterazioni della ciclicità mestruale si possono verificare, soprattutto se saltuarie, senza sottendere particolari problemi. Le suggeriamo comunque, visto il ripetersi di tale condizione, di eseguire un’ecografia ginecologica transvaginale al fine di valutare l’eventuale presenza di cisti ovariche disfunzionali o ispessimenti dell’endometrio (lo strato più interno dell’utero). Inoltre, è indicato valutare la funzionalità tiroidea, mediante il dosaggio plasmatico del TSH. In base ai risultati di tali accertamenti di primo livello, il suo ginecologo valuterà l’eventuale necessità di eseguire esami più approfonditi e instaurare un quadro terapeutico specifico per lei. Un cordiale saluto.
Parole chiave di questo articolo

Vuoi far parte della nostra community e non perderti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter