Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

11/07/2019

Igiene intima, depilazione e abbigliamento aderente: correlazioni con la vulvodinia


Klann AM, Rosenberg J, Wang T, Parker SE, Harlow BL.
Exploring hygienic behaviors and vulvodynia
J Low Genit Tract Dis. 2019 Jul; 23 (3): 220-225. doi: 10.1097/LGT.0000000000000477


Verificare se certi comportamenti relativi all’igiene intima e all’abbigliamento favoriscano l’insorgere della vulvodinia: è questo l’obiettivo dello studio coordinato da A.M. Klann, ed espressione della Boston University School of Public Health e dell’Università del Minnesota a Minneapolis, Stati Uniti.
La ricerca è stata condotta su 213 casi di vulvodinia clinicamente confermata e 221 controlli. Le abitudini prese in considerazione riguardano:
- l’igiene vulvare e genitale, con particolare riferimento all’impiego di detergenti profumati e polveri;
- l’uso di abbigliamento aderente;
- la depilazione pubica.
Questi, in sintesi, i risultati:
- le donne che indossano pantaloni aderenti quattro o più volte la settimana hanno un rischio doppio di sviluppare una vulvodinia (95% CI = 1.14-3.95);
- le donne affette da vulvodinia tendono a usare meno saponi e gel per l’igiene intima (95% CI = 0.17-0.63);
- le donne che effettuano la depilazione pubica totale hanno un rischio del 74 per cento superiore di sviluppare una vulvodinia (95% CI = 1.05-2.89);
- le donne che effettuano la depilazione pubica totale una volta la settimana, o più, hanno un rischio doppio di soffrire di vulvodinia (95% CI = 0.83-3.49).
In conclusione:
- l’uso di pantaloni aderenti e il ricorso alla depilazione pubica si associano a un aumentato rischio di vulvodinia;
- sono opportuni ulteriori e più ampi studi sulla correlazione fra pratiche igieniche e salute vulvare.

top

Parole chiave:
Abbigliamento - Depilazione pubica - Dolore vulvare - Vulvodinia - Igiene intima

Stampa

© 2019 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico