Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin
Condividi su
Stampa

13/10/2016

Depressione post parto nelle donne migranti: uno studio inglese


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano


Fellmeth G, Fazel M, Plugge E.
Migration and perinatal mental health in women from low- and middle-income countries: a systematic review and meta-analysis
BJOG. 2016 Jun 20. doi: 10.1111/1471-0528.14184. [Epub ahead of print]


Valutare la correlazione fra stress traumatico e depressione post parto nelle donne migranti dai Paesi a medio e basso reddito: è questo l’obiettivo dello studio condotto da Gracia Fellmeth e collaboratori, del Nuffield Department of Population Health e del Dipartimento di Psichiatria dell’Università di Oxford, Regno Unito.
Le donne migranti sono ad altissimo rischio di disturbi psichiatrici a causa delle drammatiche esperienze vissute prima, durante e dopo la migrazione. La review è stata condotta su nove database elettronici e ha permesso di selezionare 40 studi di elevata qualità da un insieme originario di 10.123 referenze.
Dall’analisi dei dati è emerso che:
- il 31% delle donne migranti soffre di un qualche disturbo depressivo perinatale (95% CI 23%-40%);
- il 17% soffre di depressione clinica grave (95% CI 12-23%);
- episodi precedenti di depressione e un insufficiente sostegno sociale sono fattori predittivi di disturbi dell’umore post parto;
- non sono stati raccolti dati sufficienti ad accertare in misura statisticamente significativa l’incidenza di ansia, disordine post traumatico da stress e psicosi puerperale.
Il supporto sociale è un importante fattore protettivo per queste donne, e la ricerca futura dovrà concentrarsi sull’approfondimento della conoscenza degli effetti dello stress da migrazione e sulle più opportune strategie di prevenzione e cura.

top

Parole chiave:
Depressione post parto - Migranti / Migrazioni

Stampa

© 2016 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico