Fondazione Alessandra Graziottin onlus - per la cura del dolore nella donna Fondazione Alessandra Graziottin

Torna a Aggiornamenti scientifici

Condividi su
Stampa

15/09/2014

Premesse e percorsi per una cooperazione ottimale fra ginecologa/o ed ostetrica/o


Walter Costantini
Premesse e percorsi per una cooperazione ottimale fra ginecologa/o ed ostetrica/o
Atti del corso ECM su "Dolore in ostetricia, sessualità e disfunzioni del pavimento pelvico. Il ruolo del ginecologo nella prevenzione e nella cura", organizzato dalla Fondazione Alessandra Graziottin per la cura del dolore nella donna Onlus, Milano, 6 giugno 2014, p. 37-42


In qualsiasi campo delle conoscenze umane, il veloce incremento del sapere scientifico ha appesantito il bagaglio tecnico e culturale necessario per esercitare una professione, inducendo le Scienze a distribuire il sapere raggiunto in contenitori specialistici, all’interno dei quali fosse possibile, per un normale professionista, assicurare prestazioni di qualità costante ed aggiornamento continuo.
In una qualsiasi situazione complessa, come può essere l’approccio ostetrico alla donna, ciò che determina lo status funzionale dipende dall’apporto informativo di quattro settori: (1) l’evidenza scientifica, (2) la specificità dell’utenza, (3) la disponibilità delle risorse e (4) il contesto normativo.

top

Parole chiave:
Formazione medica - Gravidanza - Legislazione - Ostetricia - Parto

Stampa

© 2014 - Fondazione Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.fondazionegraziottin.org).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico

Torna a Aggiornamenti scientifici